Quel silenzioso killeraggio psichico nelle famiglie “normali”: “Le correzioni” di Jonathan Franzen.

Quel silenzioso killeraggio psichico nelle famiglie “normali”: “Le correzioni” di Jonathan Franzen.   Già alle prime pagine del romanzo, si chiarisce il tema centrale, esposto da Franzen con spietata e chirurgica chiarezza per tutto il racconto. Alfred ed Enid Lambert, anziani coniugi con tre figli, arrivano all’aeroporto La Guardia di Leggi tutto…

Letteralismo e perdita della capacità simbolica

Ha destato molto scalpore in Francia la pubblicazione del pamphlet “Eloge littéraire d’Anders Breivik” di Richard Millet. Nel testo, il massacro di Utoya e l’azione dell’omicida Brevik vengono intesi, metaforicamente e in estrema sintesi, come reazione al nichilismo multiculturale che starebbe devastando l’Europa. Il saggio di Millet, per quanto si Leggi tutto…

Ex libris di Sigmund Freud

L’ex libris della biblioteca di Freud recava un’immagine raffigurante Edipo di fronte alla Sfinge. Tra le due figure è ravvisabile una scritta in greco che riporta il verso 1585 dell’Edipo Re di Sofocle: “ὄς τὰ κλείν᾽αἰνίγματ᾽ᾔδει καὶ κράτιστος ἦν ἀνήρ” il cui significato suona: “Ecco chi risolse il famoso enigma Leggi tutto…

Riletture consigliate: Alessandro Manzoni a proposito della peste, ovvero della difficoltà di apprendere dall’esperienza (Wilfred R. Bion)

Così si chiude il celeberrimo XXXI capitolo dei Promessi Sposi: “In principio dunque, non peste, assolutamente no, per nessun conto: proibito anche di proferire il vocabolo. Poi, febbri pestilenziali: l’idea s’ammette per isbieco in un aggettivo. Poi, non vera peste, vale a dire peste sì, ma in un certo senso; Leggi tutto…