L’ American Psychiatric Association ha stabilito che una persona transgender non potrà più essere classificata tra gli individui che soffrono di ‘disordini’. La decisione sarà ufficializzata nel prossimo DSM (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali), pubblicazione internazionalmente riconosciuta come strumento per uniformare in uno standard comune i disturbi mentali.” (da Gianluca Nicoletti, “La Stampa” – 4/12/2012)

Clicca qui per la lettura integrale dell’articolo.